OctobEUR Fest – Report

3

Category : Festival

E’ finita ieri a Roma la prima edizione di OctobEUR Fest, svoltasi al Parco Rosati tra le giornate di mercoledì e domenica. Pianificato dalla “macchina organizzatrice” di Alex Liberati comprendente Brasserie 4:20, ImpexBeer, Revelation Cat e con il patrocinio del Comune di Roma, si può dire sia stato davvero un grande successo. Io son stato alla serata di venerdì, con arrivo molto presto (praticamente all’apertura delle 18.30) e con la mia partenza dieci minuti prima delle 3.

Nell’arco della serata, l’affluenza è stata elevata e anche negli ultimi istanti prima della chiusura, il posto (davvero bello) era praticamente pieno: alla punta di affluenza, verso le 23, in alcuni degli stand ci voleva più di mezz’ora per poter arrivare al banco-spina.
Come vi avevamo anticipato qua le spine erano davvero notevoli e tante, ed erano divise in stands-isola in base alla provenienza: Germania, Inghilterra, Belgio-Olanda, Danimarca, Stati Uniti e Italia, più lo stand della zona mangereccia e il beer shop per portarsi a casa qualche bottiglia.

L’ingresso era gratuito, ma il primo acquisto era “obbligato” a 15€, che venivano scambiati con il bicchiere (scelta tra pinta e mezza pinta), 10 gettoni e il programma con tutte le birre servite. A proposito del bicchiere, avendo lo scopo di gustare più birre possibili, la scelta è caduta sulla mezza pinta: per riempirla al banco ci volevano 2 gettoni (per la pinta, 5), e ogni “ricarica” di gettoni costava 1,20€, il che rendeva gli assaggi a buon prezzo (2,40€ la mezza, 6€ la pinta).

Dichiaro subito la mia birra preferita, perchè l’ho (l’abbiamo tutti, in realtà) trovata davvero eccezionale: la Op&Top di De Molen, una bitter ale stupendamente bilanciata. Nel corso della serata ho visitato almeno una volta tutti gli stands (tranne quello italiano perchè le birre presenti – le ottime ExtraOmnes di Schigi – le avevo già provate in altre occasioni), partendo con la Braustelle Kolsch, Moor Hoppiness e DarkStar American Pale, seguita dalla Mikkeller Ten (Ipa, 6.5% secondo me molto lontana dagli standard di eccellenza di Mikkeller), Revelation Cat Back to Basic West Coast Ipa (molto buona), Southern Tier Pale Ale e Gemini (era presente, tra le altre, anche la Choklat che avevo già sentito tempo fa al 4:20) e l’eccellente Uncommon Baltic Porter.

La vera sorpresa, però, si trovava ben nascosta e grazie ad un’anticipazione che avevamo avuto tempo fa siamo riusciti facilmente a scoprie il segreto che la celava. Proprio dietro allo stand mangereccio, tramite un piccolo (e pericolosissimo, ho sbattuto la testa in un paio di occasioni) passaggio tra le siepi, si arrivava ad un banco-spina nascosto, dove abbiam trovato delle vere chicche: io ho provato la BrewDog Paradox (ottima, ma purtroppo non so dire di quale batch si trattasse), la Pizza Port Welcome Back Wipeout e un’altra, sempre di Pizza Port, che mi son scordato, due Lambic (uno di Boon e uno con dry hopping) e la Hel & Verdoemenis 2009 di De Molen.

Inutile dire che dopo tutte queste fosse giunto il momento di andare verso qualcosa di morbido e orizzontale, anche perchè le ore di treno fatte al mattino non avevano certo aiutato ad accumulare energia. Alla fine erano poi quasi le 3 di mattina e dovendo tornare a Modena il sabato pomeriggio, farlo col mal di testa non sarebbe stata una grandissima idea. L’impressione definitiva è super-positiva: grandi pecche non ne ho viste, le lamentele sui prezzi (che ci erano giunte nei giorni precedenti) erano assolutamente ingiustificate, la qualità (e ricercatezza) delle birre era altissima. Forse, volendo fare un piccolo appunto, a volte si arrivava dopo un po’ di coda al banco e alcune birre risultavano esaurite, oppure alcuni dei cask nello stand inglese sono arrivati a temperatura ben oltre le 8.30: piccoli dettagli praticamente inutili nel valutare, nel complesso, una manifestazione di grande rilevanza che speriamo possa avere lunga vita.

mattia

In Fermento – Festival delle Birre Artigianali

Category : Eventi

Quando: 26-27 Giugno 2010
Dove: Fivizzano (MS)

Prima edizione di “In Fermento – Festival delle Birre Artigianali”
Microbirrifici e produttori incontreranno i visitatori in una due giorni all’insegna del gusto e della qualità. Ci saranno stand gastronomici e verranno organizzati momenti di approfondimento sulla cultura birraria, come seminari e degustazioni guidate.

L’appuntamento è per il 26 Giugno dalle ore 17 e il 27 Giugno dalle ore 12 in Piazza Garibaldi a Fivizzano (Ms).
L’ingresso è gratuito.
Il programma completò sarà disponibile allìindirizzo www.facebook.com/infermento o su richiesta all’indirizzo infermento@hotmail.com

Degustabirra 2009 a Governolo (MN) – anteprima

Category : Eventi, Notizie in breve

Se avete la gola tristemente secca e volete sfruttare le ultime serate di questo caldo agosto, segnaliamo la mostra mercato dedicata alle birre artigianali del Degustabirra a Governolo(MN) dal 29 Agosto al 1 settembre. L’evento sarà qualcosa di imperdibile se fate parte dei cultori della birra artigianale made in Italy e può costituire un’ottima opportunità introduttiva vista la mole di produttori presenti.
All’interno del Degustabirra infatti sarà possibile assaggiare, tra un centinaio di proposte diverse, tutte (o quasi) le migliori produzioni del paese del vino e in futuro (si spera) anche della birra.
La lista completa la lascio al sito ufficiale, mentre personalmente sottolineo la presenza del Birrificio Orso Verde, del Bi-Du, Toccalmatto e del Birrificio Italiano insieme ad altri ventisette nomi più o meno noti.
All’entrata si acquisterà un boccale da degustazione da 0,30cc comprensivo delle prime due degustazioni, mentre le successive costeranno 1 euro ciascuna (ogni degustazione si intende da 0,10 cc, ma conoscendo per esperienza molti mescitori immagino che la misura sarà spesso di natura “simbolica”..).
Serate mangerecce, laboratori di degustazione e incontri vari completano l’offerta.
Gli orari di apertura della mescita saranno alle 21:30 tranne la domenica in cui si inizierà sul presto, alle 16:00.
Se l’offerta vi spaventa, sarà possibile soggiornare nelle strutture ricettive della zona, molte convenzionate con la festa e in grado di offrire menù speciali per l’occasione.

Noi di Pintaperfetta avremo qualche inviato sul posto, per raccontare com’è andata quest’anno.