Pinta-Staff

Siamo qui a presentarci. PintaPerfetta nasce dalla collaborazione di alcuni amici, tutti appassionati di birre e interessati alla ricerca di una nuova specialità, di un nuovo locale, di qualcosa che sia veramente speciale.
Ci presentiamo perchè ci sembra giusto dare anche una “faccia” ai nostri nomi, perchè voi possiate conoscere qualcosa in più su di noi, al di là di quello che diremo e racconteremo nei nostri articoli. Nel corso del tempo (da ottobre 2008 ad oggi) si sono succeduti alcuni membri, che hanno smesso di collaborare con Pintaperfetta per ragioni personali o lavorative.

Cialtrone supremo:

Mattia – 31 anni, di Modena. Alla ricerca della “Pinta Perfetta” da anni, da quando nell’ormai lontano 2003 qualcuno mi fece sentire qualcosa di diverso dalla solita robaccia commerciale. Innamorato di tutto quello che concerne la birra, sono passato dal collezionare tappi al non saper più dove mettere i bicchieri. In quel di Modena ho tentato di entrare nel giro dei locali ma tutto è purtroppo naufragato dopo lunghe trattative: alla fine, col senno di poi, è stato meglio così. Ho partecipato al progetto di EurHop! scrivendo un articolo su Cardiff e revisionando l’intera opera. Giro spesso l’Europa e il Mondo andando a cercare, scovare e gustare rarità e vere schifezze. Senza le schifezze, del resto, non ci sarebbero nemmeno i capolavori…

Il nuovo che avanza:

Eric / PatrickBateman – 31 inverni al 2012. Dopo innumerevoli sane sbronze di gioventù a Tennents e Dragoon, per non parlare del periodo d’oro dei cicchetti, mi sono orientato verso la birra artigianale dopo la scoperta di molte belghe. Da quasi tre anni ubriacon… ehm, bevitore a tempo pieno, la passione si è anche trasformata in un lavoro grazie alla gestione in una piccola birroteca della provincia della mia città (Caserta), esperienza grazie alla quale ho intenzione, in un prossimo futuro, di mettermi in gioco come publican in una piazza più grande. Anche se il mio reale scopo resta sempre Bere Tutto (cit.). M’interessano le culture brassicole di tutti i paesi, sia storici che recenti, e amo tutti gli stili, dalle Zwickl alle IRS passando per le IPA, basta che s’intoni al gusto personale del periodo e alla stagione. Coltivo poi tante passioni, di conseguenza poco tempo per gestirle a dovere, ma tra cui, su tutte, assolutamente scrivere. Raccontare storie, in particolare. Ed è di birra e di viaggi che cercherò di raccontare un po’ alla volta.

Collaboratori saltuari:

Rob: la mia passione per la birra si perde nella notte dei tempi, quando sgraffignavo dal boccale di mio padre qualche boccata di schiuma e poi qualche sorso. Ma è nel 2001 che mi appassiono alla birra artigianale, come homebrewer e come appassionato bevitore in quel periodo abbastanza pioneristico in cui le prime produzioni eccellenti dal belgio diventano reperibili in italia. Nel tempo la passione per la produzione è stata accantonata per la mancanza di tempo, ma le bevute no! Amo la birra belga in particolare e porto rispetto per le produzioni tedescofone e anglofone. Passo le mie serate migliori con gli amici della carboneria reggiana e al Dickinson a Scandiano (RE).

Jacopo, classe ’85. Affascinato dalla birra fin dalla più tenera età ‐quando ad allattarmi era il Manneken Pis‐ Ho tenuto lezioni per ADB Emilia‐Romagna e organizzato eventi birrari nel bolognese. Convinto che il Sacro Graal contenesse birra ho girato buona parte dell’Europa persistendo nella sua ricerca…ma non l’ho ancora trovato! In compenso ho trovato un sacco di birra. Da quando mi sono trasferito a Southampton (UK) sono entrato a pie’ pari nella locale sezione del CAMRA sconvolgendo per sempre le vite dei miei compagni. Malgrado la distanza continuo a collaborare con lo staff di Birra Nostra e, ovviamente…Pintaperfetta, al quale non faccio mai mancare resoconti dei miei pub crawls! Cheers!

Hanno collaborato con noi:

Alessio, 33 anni, mezzosangue olandese, abito da sempre in Brianza e mi interesso alle birre artigianali e di qualità da anni. Ho all’attivo viaggi di birra in Belgio, Danimarca, Germania, Olanda e anche Dublino, Praga e Tokyo. Almeno per ora…

 

 

Nato a Prato, nella parte vicina a Pistoia, adesso vivo a Parigi, e qualunque citta’ inizi con la P mi va bene. Alla fine del mese in genere ho speso piu’ soldi in birra che in cibo, soprattutto perche’ adoro le birre acide, che purtroppo costano un po’ di piu’ della Ichnusa. Passione (oltre alla birra): la batteria.

 

 

Della buona annata 81′, piemontese, trentino d’adozione, parigino nel cuore. Nel girovagare ho sempre cercato la pinta perfetta, a volte con successo, a volte meno. Nei gusti ovviamente svetta lo stile belga (dalle trappiste alle acide) e negli ultimi anni sto imparando ad amare le inglesi e soprattutto le americane.

 

 

Andrea – 24 anni, bergamasco. Appena tornato dal Belgio, dove prossimamente potrei tornare per acquistare un pallet di birra (o magari due? Tre? Dipende dal carico di un Ducato). Giornalista pubblicista – sportivo, ovviamente – in pectore, vivo e lavoro a Bergamo. Ovviamente il lavoro è solamente un mezzo di sostentamento per acquistare le birre. Prima o poi aprirò il mio brewpub nella provincia di Bergamo, qualora il giornalismo decidesse che non c’è spazio per me (e, se scrivo vaccate come questa presentazione, è molto più che possibile – pressoché certo). Che mondo sarebbe senza brewpub?

Lorenzo, 24 anni. Forse il più fortunato, dato che vivo in Inghilterra, a Brighton per la precisione, dove birre e birrifici certamente non mancano. Dottorando in chimica, ricerco la pinta perfetta sperando di far valere quelle poche cose che ho potuto imparare in 6 anni di università.

 

 

Gabriele – Fiorentino purosangue, classe 79. La smisurata passione per il Giappone mi rende fiero portabandiera del Verbo dei Birrifici Artigianali del Sol Levante. A parte questo, il mio paese diriferimento resta il Belgio. Ho idee e gusti ben precisi in fatto di birra, ed esprimo solo opinioni assolutamente parziali e faziose: fatevene una ragione. Oltre alla birra e al Giappone, mi interesso di animazione, di cinema e di cazzeggio ad oltranza.

Comments are closed.