La bionda, la rossa e la scura…

3

Category : Polemiche

… da oggi in poi ve le berrete voi.
E’ già un po’ che ci penso e ne parlo e, sebbene a IBF Milano non ne abbia viste (ma non ho visitato tutti gli stands), so che son tanti i microbirrifici che chiamano così le proprie birre.
Ebbene, da oggi non berrò nessuna birra di nessun birrificio che si chiamo “Bionda”, “Chiara” (a parte quella di Orso Verde), “Scura”, “Doppio Malto”, “Ambrata”, “Rossa”, “Nera” e via con questi nomi…
Se non vi sforzate voi birrai a rendere appetibili le vostre creazioni, perchè dovei poi sforzarmi io di berle?
Se non avete un minimo di fantasia, vi potrei suggerire di attingere ai nomi dei sette nani, alla difesa del Lumezzane del 1984, il tabellone maschile dell’Open di San Ruffino, da X-Factor, dai Simpsons. Potete scopiazzare i nomi di altri, inventandoli facendo passeggiare il vostro gatto sulla tastiera, usare numeri o formule algebriche, il nome della zia o del criceto… ma basta coi nomi del cazzo.

mat