Riguardo al Kulminator, Anversa

2

Categoria: Locali

Ad Anversa son stato 4 volte. La prima volta ero troppo inesperto per sapere del Kulminator. Le altre tre volte non me lo sono lasciato sfuggire.
Per atmosfera, scelta birraria, servizio, la pace e il calore che il Kulminator ti mette addosso, è un posto che ti rimane scolpito dentro: per esempio tendo a dimenticarmi in fretta delle birre bevute nei locali anonimi, ma quelle bevute lì me le ricordo tutte.

(Alcune delle foto delle mie birre. Soprattutto le prime birre delle varie serate… le ultime non riuscivo mai a fotografarle bene 🙂

Nonostante questo, volevo parlare di un aspetto diverso, e minoritario, riguardo al locale di Anversa. Questa non sarà una recensione, ma solo una mia idea e critica. Negli ultimi due anni in cui son stato (2011 e la scorsa estate), ho notato un sostenuto cambiamento delle birre a disposizione: il Belgio ovviamente la fa da grande padrone, le chicche ci sono ancora, i prezzi tutto sommato non si son alzati poi di tanto come qualcuno fa notare (piuttosto, forse erano moooolto bassi prima).
Quello che ho notato è che anche il Kulminator si sta “modernizzando”, avendo sempre più birre di “moda”, o di nuova generazione – se vogliamo chiamarla così – e un po’ meno classici invecchiati. Non so se questo sia dato dalla vicinanza, ad esempio, con il confine olandese e con il fascino delle De Molen, o con un grande afflusso di clientela giovane – più propensa ad cercare e comprare, per esempio, Mikkeller o altre birre danesi o scandinave del momento. Lungi da me criticare queste birre, eh, non voglio dire che siano di livello inferiore o altro.
Dico solo che mi spiace vedere che anche il Kulminator un po’ si “venda” a questa nouvelle vague, come altri locali, lasciando affievolire l’aura di magico dei suoi listoni quando si leggono certi nomi al posto di altri.
Courage Ltd Imperial Russian Stout 1983, Westmalle Dubbel 1994, Stille Nacht 1999, Rochefort 10 1998, Eylenbosch 1982 e tante altre son state le “mie” birre lì dentro, cercate e ricercate tra altri miliardi di nomi. La prima non c’è più già da un paio di anni, e mi dispiacerebbe che sparissero le altre e tante altre come loro per poi trovarmi una Punk Ipa (con tutto il rispetto). La prossima volta che vado mi son pomesso di fare una verticale di Orval (ad Agosto presi la 2006 e fu favolosa).
Scusate lo sfogo, è una cosa che volevo scrivere già l’estate scorsa… avrò un’idea un po’ troppo romantica delle cose.

Adesso vado a vedere quando riesco ad andare su…

mat

Commenti (2)

Per me è un mix di fattori, non ultimo il fatto che prima avevano tanta cantina e un numero relativamente basso di persone interessate a svuotargliela.

Condivido tutto quello che dice Mattia..