JiBiru – Singapore

5

Categoria: Locali

Commenti (5)

Forte! Devo ammettere che leggere che la birra giapponese viene apprezzata in giro per il mondo un po’ mi fa sentire fiero pioniere 🙂

Aggiungo un paio di note di colore:
– JiBiru vuol proprio dire “birra artigianale” in giapponese, anche se la traslitterazione più corretta sarebbe Ji Biiru, oppure Biru scritto col trattino sulla i
– La Yona Yona andrebbe provata a pompa. Perde in americanità e guadagna in inglesità, e non smetteresti davvero mai di berla.
– La birra arigianale giapponese è un prodotto decisamente caro fin dall’origine, non mi stupisce che i prezzi di questo pub siano così alti.
– I birrifici presenti sono tutti molto ben distribuiti in Giappone (alcuni si trovano anche in alcuni supermercati ben forniti). Anche in questo caso, non mi stupisce che si trovino proprio questi.

Comunque invidia, specialmente se penso alle mie vacanze saltate per cause di forza maggiore…

Non sei il solo.

@Gabriele: hai ragione, ci dovrebbe essere un trattino sulla “i”, ma nello scrivere mi e’ sfuggito.

I prezzi a Singapore sono alti anche per le altre birre importate: per dire, 10 dollari per una Chimay in un bar e’ normale. Pero’ come dicevo, se la birra e’ buona, si pagano volentieri.

Per una volta si parla di birra giapponese e non c’entra nulla Gabriele! Solo su pintaperfetta.com 🙂

10 dollari per una Chimay a Singapore sono altamente affrontabili. Per dire, alcuni publican in Italia la mettono tranquillamente a 6-7 euro (così come mille altre birre belghe spacciate per introvabili)… un vero furto.

Un piccolo aggiornamento:

Ci sono stato 2 mesi fa, ora hanno anche diverse birre hitachino nest alla spina e la lista delle bottiglie é aumentata notevolmente (ora sono almeno una quarantina).

Prezzi ancora alti, ma vabbeh, a Singapore costa tutto tanto.

Spero di poterci tornare

salute