Accise in aumento – sai la novità…

1

Categoria: Birra, Notizie in breve

E sempre e solo questione di soldi...Intravino ci informa che nella stangata fiscale di Tremonti sono previsti aumenti delle accise su birra e superalcolici, oltre che sull’alcool etilico. Per la precisione, si parla di “prodotti alcolici intermedi”, ma dato che sul vino pare non esserci accisa dubito fortemente, anche per i forti interessi delle potentissime lobby del vino in Italia, che possa essere applicata.

A pagare il conto, insomma, saremo tutti, a meno che non decidiamo di abbandonare malti e lieviti in favore dei grappoli d’uva.

Il tutto succede a un anno esatto dall’ingresso di una serie di importanti produttori artigianali (alcuni piccoli, altri molto grossi) in Assobirra, associazione di riferimento dei produttori giganteschi, non ha portato alcun beneficio ai produttori artigianali, grandi o piccoli che siano. E sì che dovevano entrare soprattutto per ridurre le accise sulla birra artigianale, e che solo un mese fa si annunciava l’arrivo della proposta Unionbirrai (forte anche dell’ingresso nella potente CNA) sul tavolo del ministero delle Finanze. Insomma, la doppia spinta di Assobirra e Unionbirrai per il momento non porta a cambiamenti, la finanziaria, ahimé, sì.

Come si fa notare nei commenti, forse in tempi di crisi tassare prodotti potenzialmente dannosi per la salute come alcool e sigarette non è la cosa peggiore da fare. Come però fa notare Walter del birrificio toscano Cajun, però, questo è il terzo aumento delle accise sulla birra in cinque anni…

Commenti (1)

Per chi volesse approfondire, c’è un ottimo intervento sul sito Brewdog sull’aumento delle tasse (scozzesi, nel loro caso) sulla birra e sull’efficacia di provvedimenti di questo tipo.

http://www.brewdog.com/blog-article.php?id=327