Una pinta? 8 euro!

11

Categoria: Birra

A Firenze è successa una cosa. I tre pub più centrali della città hanno aggiornato il listino portando il prezzo della pinta per le birre del gruppo Guinness, più alcune altre, a 8 euro.
Si viene a sapere che qualcuno, non credo sia importante sapere chi, ha acquistato i tre pub in questione, ovvero il JJ Cathedral di piazza del Duomo, il Michael Collins di piazza Signoria e l’Old Stove subito dietro piazza della Repubblica. Dall’alto di ciò che di fatto è un monopolio delle birre irlandesi nel centro storico di Firenze, è stata presa quella che sembra essere una decisione squisitamente commerciale: se volete una Guinness sganciate otto euro, altrimenti bevete altro.
Non è mia intenzione giudicare la strategia, i pub in questione sono frequentati per lo più da turisti molto giovani, spesso sprovvisti di mezzo di trasporto e quindi senza la possibilità uscire dal centro, che probabilmente sacrificheranno qualche euro in nome della rituale sbronza in gita.
Da fiorentino, mi sento un pochino preso per il portafogli (e per qualcos’altro). Otto euro sono oggettivamente un furto, e vi assicuro che nessuno dei 3 pub citati ha un impianto abbastanza curato da valerne anche solo la metà. Oltre al fatto che questa è l’ennesima mossa fatta da commercianti o pubblica amministrazione che sembra voler allontanare i fiorentini dal centro storico (ma questa non è la sede per parlarne).
Piuttosto che bere altro, quindi, nel mio piccolo preferisco bere altrove. Muovendosi un minimo le alternative non mancano, a partire dal Green Store di viale Malta (zona Stadio, dietro al Palasport) passando per il Braumeister di via Madonna della Tosse (vicino a piazza della Libertà) fino alla filiale di via Nazionale del Birrificio Mostodolce di Prato. Di questi locali parlaremo senz’altro in futuro.

Commenti (11)

Mamma mia ma è un prezzo esagerato! Non ho esperienza di vita e di consumo all’interno di una grande città, soprattutto una città turistica, però mi sembra veramente che stiano tirando troppo la corda !
Io già mi lamento dei 4/5 euro che si pagano regolarmente dalle mie parti.. ma d’altra parte quando tutti i pub fanno cartello…

Credo che l’unica mossa sia frequentare altre gestioni ( purtroppo )..

8€ è veramente un furto…
non li pagherei neanche per un cocktail… non ci si potrà rivolgere a associazioni dei consumatori?

non ho parole.. da fiorentina come te mi indigno! costa quasi meno prender un biglietto a/r ryanair x Dublino e scolarsela sul posto.. visto e considerato che è TUTTA UN’ALTRA COSA!!! che vergogna!!!

invece di disturbare ryanair, basterebbe un euro e venti (1.20) per “volare” al JJ Hill che non ha proprio niente a che fare con il centro ma che , da anni a Fiesole promuove le pinte perfette siano stout o pils, hanno la più grande gamma di sidri alla spina e non e tutto sempre e solamente un cinquino che già anche per noi è tanto ma è davvero il minimo per il lavoro che c’è dietro ; venire per credere! Anche perchè l’ultimo pulman a riportarvi a casa è alla 01 quindi no problem per etilometri selvaggi. Inoltre birre anglosassoni rare anche da sporto gadget…insomma chi vuol esser lieto sia…

comunque bisogna dire che non è proprio tutto vero , la birra la paghi 8 vero , ma puoi fare una tessera chiamata vipcard e poi allora si che ti diverti (tessera gratuita) . birra a 5/6 cocktail scontati , shot 2 , softdrink 3 a tante altre promozioini……………sicche prima di parlare che la gente si informi ……………..poi sono in centro e non quasi fuori……….i prezzi sono regolari . la pinta piu cara costa 6 come in qualsiasi altra birreria ……………quindi a voi ………… CI SONO ANCHE DEI GIORNI CHE LA BIRRA ED I COCKTAIL LI PAGATE 4 EURO ……… E TANTE ALTRE PèROMOZIONI……….ANDATE E CONSTATATE DI PERSONA …………RICHIEDETE LA TESSERA MI RACCOMANDO ……………….

inutile commentare, i prezzi sono alti ovunque, chi non si può permettere certi luoghi fa bene ad andare altrove, tanto non sarà certo costui a fare la differenza. ognuno é libero di andare dove vuole, a seconda delle proprie possibilità, IO HO SCELTO DI SPENDERE MOLTO PER BERE COCKTAILS E BIRRE FATTE ALLA PERFEZIONE NEI LOCALI PIÙ SUGGESTIVI DI FIRENZE.

@ simone: grazie della completezza, anche se non capiamo bene la necessità di avere una tessera gratuita per ogni cosa che facciamo, dalla libreria al supermercato per finire con il pub.
@ andrea: già ci andiamo altrove, non ti preoccupare. Anzi, spero che aumentino a 15 euro la pinta, così siamo sicuri che non ci passi proprio per la testa. Sul fatto che nei locali citati cocktails e birre siano “fatti alla perfezione” qualche dubbio ce l’ho, per quanto ho avuto modo di vedere.

E’ vero pero’ anche che tutte le lager costano 5euro comunque e con la vipcard tutto costa meno di tutti gli altri posti in giro nel centro storico di Firenze. Una pinta di guinness con la vipcard costa 6euro, prezzo a cui si sono adeguati la maggior parte dei pub. Considerate comunque che birre come la Guinness, la Kilkenny, etc. costano a monte per fusto quasi il doppio di birre come la Harp o come altre lager o pils. Daltronde comunque non si è mai lamentato nessuno che in un ristorante un primo di pesce costa di più di uno di carne….La cosa più importante è offrire prodotti per tutte le tasche, chi ha voglia di bersi una Guinness spende, altrimenti si spende meno per una birra bionda….Un brindisi….

non vi preoccupate, con l’ingresso del Baladin in Assobirra presto troveremo molte altre birre come questa: http://agenziabarabc.wordpress.com/2008/02/03/arriva-dalla-danimarca-la-birra-piu-costosa-al-mondo-270-euro/
😎

ma scusate….BOICOTTATE !!! ( perdonate la rima 🙂

ma dico io…se siete veramente cosi’ pazzi da acquistare per 8 euro una birra che i fornitori vendono 1,115 euro il litro , tanto vale produrne in proprio…..

VIP CARD ??? …Naaaa….meglio una partita iva…… xD

una cosa simile e’ successa proprio a londra. la company che distribuisce in esclusiva su suolo inglese la birra alla spina (guinnes compresa) ha aumentato improvvisamente i prezzi e i pub storici, gia’ un po’ in crisi, non ce l’hanno fatta a resistere e sono stati comprati da questa company distributrice. uno dei piu’ antichi di londra , “the black lion” a kilburn, ha tenuto duro ed ha eliminato la birra alla spina mantenendo solo quella in bottigli, pubblicando sui maggiori quotidiani i motivi della decisione.contemporaneamente hanno intentato una causa contro la company per concorrenza sleale, conflitto d’interessi e abuso di posizione dominante. i clienti hanno capito ed hanno cntinuato a frequentare il pub bevendo solo birra in bottiglia.
ora la situazione è stata risolta grazie all’aiuto e alla solidarietà di tutti….ecco, bisognerebbe cominciare a non mettere piede in questi locali scorretti e irrispettosi della clientela fissa e non!